The Family Medical Herbalist - Respiro Vitale
The Family Medical Herbalist - Holistic medical herbalism, mycotherapy and immunonutrition

Fitoterapia: Il Respiro Vitale

Avicenna storia della medicina occidentaleAbu Ali al-Husayn ibn Abd Allah ibn Sina, noto in Occidente come Avicenna, uno dei padri della medicina moderna, descrive nel testo portante, Il Canone della Medicina, come il respiro umano sia in perfetto equilibrio con il cosmo e nella sua armonia, esso non possa giammai essere l'opposto di alcunché, un concetto tramandatogli dalla tradizione mistica dell'Islam: il sufismo. Questa armonia permette al respiro di ricevere la vita e modificare tutto ciò che vi si oppone, dato che la sua luminosità si approssima agli esseri celesti. Si tratta di un raggio di luce. La Luce è, dunque, in armonia con il respiro, mentre l'oscurità ne è in disaccordo.

Il respiro vitale dell'uomo risiede nel cuore e si manifesta in gioia, tristezza, paura e rabbia in quanto passioni. Una piacevole fragranza è deliziosa ed è un motivo di gioia capace di cancellare la rabbia. Il più nobile il carattere del respiro, più luminoso, espansivo e celeste esso diventa, cosicché ogni dolore, può facilmente trasformarsi in gioia tramite il piacere e la gioia. In generale, quando il respiro vitale nel cuore è abbondante e continuamente rigenerato, il temperamento umano è equilibrato e felice. Mentre lo scarso respiro nel cuore di convalescenti, anziani e malati produce instabilità, depressione, irritabilità e talvolta confusione. Cause esterne di emozioni negative che influiscono sul respiro vitale sono passeggere e molto più facili da correggere rispetto a quelle che formano il temperamento umano. 

Chi era Avicenna

Avicenna, Ibn Sina, Abu Ali, Ibn Sina (meglio conosciuto con il nome latinizzato di Avicenna) nacque nel 980 dC nella città persiana di Bukhara (Uzbekistan). Divenne medico in capo presso l'ospedale di Baghdad e medico personale di molti Califfi. Il suo successo attirò la gelosia di rivali, che gli fecero passare anni in carcere. In carcere, scrisse il Kitab al-Shifa (Il libro della guarigione) e il Canone della medicina.

Le opere di Ibn Sina non solo riassumono le conoscenze mediche di greci, romani e arabi prima di lui, ma descrivono anche centinaia di piante e i loro usi, nonché la tecnica moderna di distillazione di oli essenziali di fiori delicati. Egli introdusse la dieta della frutta come un metodo disintossicante e descrisse precise istruzioni di tecniche di massaggio di metodi di manipolazione delle ossa moderni, come la trazione degli arti fratturati. Questi libri furono tradotti in latino nel 12 ° secolo e hanno influenzato i medici europei, dal Medioevo fino al Rinascimento nel XVI secolo.